Enivrez-Vous!

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Bisogna esser sempre ubriachi. Tutto sta in questo: è l’unico problema. Per non sentire l’orribile fardello del Tempo che rompe le vostre spalle e vi inclina verso la terra, bisogna che vi ubriachiate senza tregua. 

Ma di che? Di vino, di poesia o di virtù, a piacer vostro, ma ubriacatevi. 

E se qualche volta, sui gradini d’un palazzo, sull’erba verde d’un fossato, nella mesta solitudine della vostra camera vi risvegliate con l’ubriachezza già diminuita o scomparsa, domandate al vento, all’onda, alla stella, all’uccello, all’orologio, a tutto ciò che fugge, a tutto ciò che geme, a tutto ciò che ruota, a tutto ciò che canta, a tutto ciò che parla, domandate che ora è; e il vento, l’onda, la stella, l’uccello, l’orologio, vi risponderanno: “È l’ora di ubriacarsi! Per non esser gli schiavi martirizzati del Tempo, ubriacatevi; ubriacatevi senza smettere! Di vino, di poesia o di virtù, a piacer vostro.”

Charles Baudelaire

“Siamo i figli di mezzo della storia, non abbiamo né uno scopo né un posto. Non abbiamo la grande guerra né la grande depressione. La nostra grande guerra è quella spirituale, la nostra grande depressione è la nostra vita.”

“Omicidi, crimini, povertà. Queste cose non mi spaventano. Quello che mi spaventa sono le celebrità sulle riviste, la televisione con cinquecento canali, il nome d’un tizio sulle mie mutande, i farmaci per capelli, il viagra, poche calorie.”

(Fight Club)

Si sbaglia sempre

Nine Mile, 6 febbraio 1945 – Miami, 11 maggio 1981

 

Si sbaglia sempre.

Si sbaglia per rabbia,

per amore, per gelosia.

Si sbaglia per imparare

 a non ripetere mai certi sbagli.

Si sbaglia per poter chiedere scusa,

per poter ammettere di aver sbagliato.

Si sbaglia per crescere e per maturare.

Si sbaglia perché non si è perfetti.

 

Bob Marley