Avvicinami

Avvicinati all’alba del mio respiro

e accoltellati i miei occhi

sequestra pure il mio pensiero.

Che più sei selvaggia

più ti ammiro.

Se non ripago il tuo amore

sarò pronto a morire.

 

Avvicinami all’ombra di me supino,

e il rumore del ghiaccio

nel tuo bicchiere scosso

stuzzica ogni mio senso

sul tuo corpo fisso.

Che più sbagli i passi

più sei padrona della danza

che più ridi, più vivi,

più sei regina del tempo che passa.

 

Avvicinati all’alba del mio verbo

e poi sii virgola, punto. Il suo senso.

Avvicinami e stringimi

fino a farmi scomparire

in te.

Fino a morire

in terra

d’amore.

 

GC

 

Poesia contenuta nella raccolta di poesie d’amore “L’amore sussurrato” pubblicata recentemente da me su http://www.ilmiolibro.it

Annunci

One thought on “Avvicinami

  1. MARIA LEONARDI ha detto:

    Oltre la fusione della coppia ,sento l’energia che questa poesia emana,come fosse linfa vitale.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...